TRATTAMENTO SUPERFICIALE ANTIADERENTE

Uno dei grossi inconvenienti dell’impiego di dispositivi in ottone a contatto con acqua è rappresentato dalla formazione di incrostazioni di calcare nei condotti, soprattutto in prossimità di intersezione di fori o di variazioni di sezione. Il fenomeno è particolarmente evidente nell’impiego a temperature elevate dove più veloce è l’accrescimento delle incrostazioni. La formazione di calcare determina, in periodi più o meno brevi a seconda della durezza dell’acqua, un progressivo decadimento della funzionalità di detti dispositivi che si manifesta con una lenta ma inesorabile riduzione della portata, fino ad arrivare alla totale assenza di funzionalità quando si raggiunge il completo bloccaggio delle parti mobili interne delle elettrovalvole (nuclei mobili). Per ridurre tali inconvenienti OLAB ha migliorato nettamente la qualità delle superfici lavorate, perseguendo livelli di rugosità molto bassi con l’obiettivo di ridurre al minimo la possibilità di adesione del calcare. Inoltre ha brevettato l’applicazione di un rivestimento superficiale denominato TM1®‚ che aumenta ulteriormente le proprietà antiaderenti. Il rivestimento, dello spessore di 15÷20 μm e con durezza di 350÷400 HV, possiede anche caratteristiche di idoneità all’impiego in campo alimentare in accordo con le normative americane fda. Confrontando la durata di elettrovalvole in OT 58 con elettrovalvole trattate con il TM1®, si è riscontrato che le elettrovalvole trattate richiedevano un intervento di manutenzione (pulizia degli orifizi) dopo un numero di azionamenti pari al triplo rispetto alle medesime elettrovalvole non trattate (*). TM1-treatment
test di efficienza

 

 

(*): risultato ottenuto durante prove con acqua di durezza 30° gradi francesi, temperatura dell’acqua fra 85°C e 95°C, elettrovalvola montata correttamente con bobina sovrastante il corpo valvola (vedere sezione installazione), durata del ciclo circa 10 secondi on / 25 secondi off.